giovedì 15 maggio 2014

Rollè di pollo arrosto

Pubblicato in Doctor Wine n°32
http://www.doctorwine.it/det_articolo.php?id_articolo=1024

di Katiuscia Rotoloni 14-12-2013
Ingredienti per 4 persone:
- 1 pollo da circa 2 kg disossato
- 2 uova;
- 1 cucchiaio di farina 00
- 200 ml di latte
- 500 g di bietole fresche
- 100 g di provola affumicata
- 1 cucchiaio di ricotta salata
- 1/2 petto di pollo
- Noce moscata
- Scorza di limone
- 1 spicchio d’aglio

- Trito di erbe aromatiche (rosmarino, salvia, timo)
- Sale q. b.

Procedimento:
Disossare il pollo (fatelo fare dal macellaio di fiducia se non siete capaci) e appoggiarlo con la pelle su un pezzo di pellicola, per poterlo poi arrotolare più agevolmente.
Massaggiare la carne con sale, olio, scorza di limone ed il trito aromatico.
Preparare una o due crespelle piuttosto spesse con una pastella fatta con le uova, la farina, un pizzico di sale ed il latte.
Lessare le bietole nell’acqua salata, scolarle e strizzarle bene e metterle in un mixer.
Aggiungervi i formaggi, l’aglio, il mezzo petto di pollo, la noce moscata e frullare il tutto per creare una farcia.
Adagiare le crespelle sul pollo e spalmare il centro con la farcia.
Arrotolarlo su se stesso, aiutandosi con la pellicola e facendo attenzione a non far fuoriuscire il ripieno.
Legarlo con uno spago come un arrosto, passarlo a fuoco vivo su una padella per sigillarlo e creare una bella crosticina dorata.
Adagiarlo sulla griglia del forno preriscaldato a 180° (ricordarsi di porre una teglia sotto per raccogliere i grassi che scoleranno durante la cottura) e farlo arrostire per circa 50 minuti, o se si possiede un termometro da cucina, fino al raggiungimento di una temperatura al cuore di 63°-65°.
Farlo freddare e affettarlo per servirlo, accompagnandolo con il proprio fondo e verdure a piacere.

Vino in abbinamento:

Chianti Classico Docg Castello d'Albola

Fine, dal sapore armonico, asciutto, di buona struttura e stoffa vellutata.
Zona di produzione: Radda in Chianti (Siena)
Uve: 95% sangiovese, 5% canaiolo
Vinificazione e affinamento: le uve, raccolte manualmente, vengono vinificate con grande attenzione secondo il metodo tradizionale di fermentazione in presenza delle bucce per valorizzare la forte personalità conferita dal territorio di Radda in Chianti. Dopo la fermentazione malolattica viene la maturazione in fusti di rovere di Slavonia per 12 mesi.
Gradazione alcolica: 13 % in volume
Temperatura di servizio: intorno ai 16°- 18° C.