domenica 15 dicembre 2013

UN NATALE AL BACIO... DI DAMA

Baci di dama
Un nome che evoca tenerezze: un bacio tra due friabili biscotti uniti da “scioglievole” cioccolato, come le bocche di due amanti.
Originari della città piemontese di Tortona, una leggenda narra che siano nati da un desiderio di Vittorio Emanuele II, il quale chiese al suo cuoco di creare un nuovo dolce. Storia, probabilmente, nata giacché erano sempre presenti sulle tavole reali d’Italia e d’Europa.
La mia ricetta è a base di mandorle (che adoro), ma è possibile anche farli con le nocciole, come si usava lo scorso secolo in Piemonte. Come variante si può aggiungere del cacao all’impasto (Baci Dorati), ma gli originali sono senza…
Ingredienti per 80 baci di dama
280 gr Farina
20 gr Amido di frumento
300 gr Mandorle pelate
5 Mandorle amare oppure essenza di mandorla
220 gr Zucchero
300 gr Burro
200 gr cioccolato
Un pizzico di sale

Preparazione
Asciugare le mandorle in forno senza farle dorare. Metterle nel vaso del mixer e frullarle insieme allo zucchero, che servirà ad assorbire l'olio che sprigioneranno.
In una ciotola porre il burro morbido (ma non sciolto) tagliato a pezzi, la farina, l’amido di frumento (Frumina) e le mandorle tritate e amalgamare con le mani .
Aggiungere il pizzico di sale e impastare il tutto fino ad ottenere un panetto compatto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e lasciarlo riposare in frigorifero per una o due ore. 
Una volta rassodato, suddividerlo in tanti bastoncini, tagliarli in pezzetti di circa 6-8 gr (come gli gnocchi) e fare delle palline. Disporre le palline d’impasto su una teglia foderata di carta forno. Mettere la teglia in frigorifero per almeno altri 30 minuti. Dopodiché cuocere in forno statico a 150°-160° per circa 20 minuti; la superficie dei biscotti dovrà rimanere chiara. Far freddare senza toccarli (caldi sono morbidissimi e si rompono).
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, oppure nel forno a microonde.  Farlo freddare mescolandolo per qualche minuto fino a renderlo più denso. Con un cucchiaino o con una sacca da pasticceria disporlo sulla parte piatta del biscotto e ricoprirlo con un altro biscotto, in modo da creare una specie di panino. 

Lasciare che il cioccolato indurisca, e poi… UNO TIRA L’ALTRO!!!