giovedì 30 gennaio 2014

FRITTELLE Regine del Carnevale - le FRAPPE

Leggere e friabili, fatte con ingredienti semplici con piccole variazioni dovute al gusto o al luogo di appartenenza. Hanno nomi diversi di regione in regione e possono essere mangiate cosparse di zucchero a velo o, come si usa nel Meridione, si accompagnano spesso con il sanguinaccio (crema a base di sangue di maiale e cioccolato fondente.
Questa ricetta, con cui le preparo ogni anno, ne esalta la croccantezza e, nella sua essenzialità, rischia di dare dipendenza vera…


Ingredienti per 
un vassoio:
500 gr di farina 00
2 uova
1 tazzina da caffè di olio extra vergine d'oliva
1 cucchiaio di zucchero
vino bianco q.b.
1 pizzico di sale
olio di semi di girasole (per friggere)
zucchero a velo



Procedimento:
Su una spianatoia fare una fontana con la farina, mettere le uova al centro con l’olio d'oliva, lo zucchero, un pizzico di sale. Con una forchetta amalgamare gli ingredienti, aggiungere lentamente il vino, continuando a mescolare per inglobare pian piano la farina quindi impastare tutto con le mani. L’impasto finale deve avere la consistenza della pasta all'uovo.  Lavorare l'impasto fino  renderlo omogeneo e liscio, lasciar riposare per circa 30 minuti avvolto nella pellicola.
Dividere l’impasto riposato in pezzi e stenderli con la macchinetta sfogliatrice fino a renderlo sottile come la sfoglia per le tagliatelle.

Con una rotella dentata tagliare delle strisce irregolari, creando, se si vuole, anche dei nodi oltre ai soliti nastri, Porre una larga padella con l’olio di semi sul fuoco e farlo scaldare bene, quindi friggere le frappe, girandole per farle dorare. Regolare la fiamma se tendono a scurirsi troppo, toglierle dall'olio con un mestolo forato, e adagiarle su un vassoio ricoperto con carta assorbente per far togliere l’olio in eccesso e mettere a friggere altri pezzi.  Trasferire su un piatto da portata e spolverizzarle di zucchero a velo quando sono ancora calde.

Abusatene tutti e... ALLA PROSSIMA FRITTELLA!!!